Home » Gli articoli del blog » Procedimento disciplinare: i termini

Procedimento disciplinare: i termini

Dopo aver premuto il bottone, aspetta qualche secondo per la generazione del vocale.

Il procedimento disciplinare è un processo semplificato nell'ambito aziendale nel quale al lavoratore deve essere garantito il diritto di difesa.

Il procedimento disciplinare, quindi, deve rispettare regole precise.

Una delle regole fondamentali è quella dei termini che possono variare anche in base al C.C.N.L. applicato.

Lo Statuto dei Lavoratori

Alcuni termini relativi al procedimento disciplinare sono indicati nella Legge n.300 del 1970, con particolare riferimento per l'art.7.

"In ogni caso, i provvedimenti disciplinari piu' gravi del rimprovero verbale, non possono essere applicati prima che siano trascorsi cinque giorni dalla contestazione per iscritto del fatto che vi ha dato causa".

In questo caso il datore di lavoro, dopo aver inviato la c.d. contestazione di addebito, è tenuto a consentire al lavoratore di esercitare il proprio diritto di difesa e deve attendere le suddette tempistiche prima di passare alle fasi successive del procedimento disciplinare.

Domande frequenti

L'esperienza ci insegna che c'è una grande differenza tra sapere e saper fare: all'atto pratico questioni apparentemente banali tendono a rivelare difficoltà rilevanti che a loro volta si traducono in problematiche gravi se comportano la violazione di termini formali.

Molti clienti ci domandano:

-Da quando inizio a contare i 5 giorni? E' compreso il primo giorno o a partire dal giorno successivo?

-Come so se il lavoratore ha ritirato la raccomandata? E se non la ritira?

-E se il lavoratore risponde con un'altra raccomandata? e se il lavoratore risponde entro i 5 giorni, ma io ricevo la risposta dopo 10 giorni e intanto ho già portato avanti il procedimento?

Il procedimento disciplinare deve essere sempre gestito con cura, passaggio dopo passaggio, perché spesso in base ai possibili sviluppi il comportamento più idoneo da tenere cambia notevolmente ed eventuali errori possono essere pagati a caro prezzo. Ogni situazione richiede un'analisi specifica e decisioni "sartoriali" intraprese "su misura".

Tutto questo possiede risvolti concreti anche per quanto riguarda i termini, che certamente sono predeterminati e non variano in base alla singola persona, tuttavia come abbiamo dimostrato elencando alcune semplici domande che riceviamo frequentemente, non si può mai prescindere da un'analisi completa del caso specifico.

Il contratto collettivo: alcuni termini particolari

Spesso la contrattazione collettiva stabilisce regole specifiche da applicare ai rapporti di lavoro, anche in merito al procedimento disciplinare e ai termini temporali che lo riguardano. A seguire riportiamo alcuni termini specifici individuati attualmente nei contratti collettivi più diffusi sul territorio.

CCNL per i dipendenti dalle aziende del terziario, della distribuzione e dei servizi - cod. CNEL H011

Art. 240: "L'eventuale adozione del provvedimento disciplinare dovrà essere comunicata al lavoratore con lettera raccomandata con avviso di ricevimento o altro mezzo idoneo a certificare la data di ricevimento entro 15 giorni dalla scadenza del termine assegnato al lavoratore stesso per presentare le sue controdeduzioni".

CCNL per i dipendenti dalle imprese artigiane metalmeccaniche e della installazione di impianti - Cod. CNEL C030

Art. 34: " [...] il lavoratore potrà presentare le sue giustificazioni. Tali giustificazioni si riterranno accolte se il provvedimento non verrà comminato entro i 6 giorni successivi per il settore metalmeccanica e installazione di impianti / i 12 giorni successivi per il settore orafi, argentieri ed affini, restauro beni culturali e per il settore odontotecnica".

CCNL logistica, trasporto merci e spedizione - Cod. CNEL I100

Art. 32B: " ...Il lavoratore, entro il termine perentorio di 10 giorni dalla data di ricevimento della contestazione potrà chiedere di essere sentito a sua difesa con la facoltà di farsi assistere da un rappresentante dell'associazione sindacale cui aderisce o conferisce mandato [...] La sanzione disciplinare dovrà essere inviata dall'impresa al lavoratore entro e non oltre dalla scadenza del [suddetto] termine di 10 giorni"

CCNL per i dipendenti dalle imprese industriali esercenti servizi di pulizia - Cod. CNEL K511

Art. 46: "i provvedimenti disciplinari non potranno essere adottati prima che siano trascorsi 5 giorni, nel corso dei quali il lavoratore potrà presentare le sue giustificazioni. Se il provvedimento non verrà adottato entro i 15 giorni lavorativi a tali giustificazioni, queste si riterranno accolte".

Procedimento disciplinare: conclusioni

Nello svolgimento nel procedimento disciplinare i termini rappresentano elementi imprescindibili: la violazione di questi aspetti formali può determinare la nullità dell'intero procedimento.

La pluralità di fonti normative e contratti collettivi non contribuisce certamente a semplificare l'interpretazione dei vari adempimenti a la collocazione degli stessi sotto il profilo temporale.

Per questo motivo, vi invitiamo come sempre a richiedere l'assistenza di un team di professionisti esperti del settore: la conoscenza e l'esperienza non si improvvisano mai, nemmeno con la buona volontà.

vito tirrito
Dopo aver premuto il bottone, aspetta qualche secondo per la generazione del vocale.
Cerchi assistenza?
Le tappe della consulenza:
  1. Incontro conoscitivo gratuito in cui ascolteremo le tue necessità e il tuo caso.
  2. Analisi e 2° incontro: riceverai una precisa consulenza legale sulla base di preventivo, a partire di €900.




    Il tuo messaggio

    Autorizzo trattamento dei dati per finalità di consultazione e corrispondenza come da informativa qui riportata.

    web design fromlu
    linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram